Lettori fissi

martedì 6 aprile 2010

Una candela per l'Abruzzo


...è passato un anno, ma il dolore resta, l'ho vissuto da vicino perchè sono abruzzese e non dimentico la paura di quella notte!! Uscire all'improvviso senza capire nulla di quello che sta accadendo.... è indescrivibile!!!!! Quando poi ci si conosce il dolore è ancora più grande...ascoltare i loro racconti.. specialmente per quei poveri ragazzi..ripeto non si può descrivere!!!! una preghiera per ognuno di loro.........

Nessun commento: